Musei Reali di Torino

Visti gli artt. 19 e 151 del D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50;

Visto il D. Lgs. n. 42 del 22 gennaio 2004, in particolare l’art. 120;

Visto il DM del 19 dicembre 2012 rubricato “approvazione delle norme tecniche e linee guida in materia di sponsorizzazioni di beni culturali e di fattispecie analoghe o collegate”, per le parti tuttora vigenti;

Vista la nota circolare n. 17461 del 9 giugno 2016 dell’Ufficio Legislativo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che reca indirizzi applicativi in tema di sponsorizzazione dei beni culturali come prevista nel nuovo Codice dei contratti;

Considerato che s’intende procedere attenendosi al modello della sponsorizzazione al fine di attuare un’aperta forma di collaborazione pubblico/privato;

Visto che sono in corso di completamento gli ultimi restauri della Cappella della Sindone a seguito dell’incendio del 1997 che ha danneggiato profondamente l’edificio, rendendo necessario un intervento di restauro architettonico e strutturale lungo e impegnativo, atto a restituire la propria capacità portante e la propria immagine;

Premesso che l’obiettivo di questa Amministrazione è l’ulteriore valorizzazione della Cappella, attraverso un impianto d’illuminazione interna ed esterna, improntata a principi di massimo rispetto del monumento, esaltandone la struttura e la decorazione con sensibilità e discrezione, evitando effetti scenografici invasivi e gratuitamente spettacolari;

la legittimazione dei Musei Reali di Torino a stipulare il contratto di sponsorizzazione deriva dal perseguimento di interessi pubblici; dall’esclusione di conflitti di interesse tra attività pubblica e privata; dal conseguimento di maggiori risorse

RENDONO NOTO

che e intenzione di questa Amministrazione procedere alla ricerca di soggetti, pubblici o privati, interessati a stipulare con l’Amministrazione un contratto di sponsorizzazione per la redazione di un progetto, che abbia ad oggetto un impianto d’illuminazione scenografica interna ed esterna della cupola della Cappella della Sindone di Torino, e conseguente fornitura ed installazione dei relativi corpi illuminanti.

Il procedimento concorsuale ad evidenza pubblica di che trattasi è disciplinato dalle indicazioni e prescrizioni contenute nel presente Avviso.

ARTICOLO 1- OGGETTO E FINALITA’

Amministrazione procedente

Musei Reali di Torino, Piazzetta Reale 1, 10122 Torino

Tel.: 011 5211106-2534/2535

Email: mr-to.ufficiogare@beniculturali.it

PEC: mbac-mr-to@mailcert.beniculturali.it

I Musei Reali di Torino ricercano soggetti disponibili ad effettuare una sponsorizzazione di tipo tecnico, che consiste nella redazione di un progetto per un impianto d’illuminazione interna ed esterna della cupola della Cappella della Sindone di Torino, volto alla valorizzazione della stessa e, altresì, nella fornitura e messa in opera dei corpi itluminanti necessari alla realizzazione di tale progetto.

Le caratteristiche richieste sono precisate all’interno delle Linee guida per la redazione del progetto di illuminazione scenografica interna ed esterna di cui all’ allegato 1.

Gli allegati alle predette Linee Guida potranno essere scaricati dal portale internet della Stazione Appaltante (wwvthmuseireali.beniculturali.it) mediante credenziali di accesso che saranno rilasciate previa richiesta qualificata da inoltrare al seguente indirizzo di posta elettronica:

mr-to.ufficiogare@beniculturali.it

La progettazione esecutiva, la fornitura e la messa in opera dovranno essere concluse entro il 31 luglio 2018.

Il contratto di sponsorizzazione che verrà sottoscritto tra l’aggiudicatario della presente procedura e i Musei Reali di Torino è finalizzato:

  • Per i Musei Reati di Torino (sponsee), all’ottenimento di un progetto d’illuminazione scenografica interna ed esterna della Cupola della Cappella della Sindone e al reperimento e messa in opera dei corpi illuminanti necessari alla sua realizzazione.
  • Per il soggetto individuato come sponsor, al ritorno d’immagine e pubblicitario nei termini precisati all’art. 4 del presente Avviso.
ARTICOLO 2 VALORE DELLA SPONSORIZZAZIONE

Il valore totale stimato, considerati i costi di progettazione, i prezzi medi dei corpi illuminanti, i costi di installazione, ammonta ad euro 125.000,00 (centoventicinquemila/OO).

ARTICOLO 3 – REQUISITI DELLO SPONSOR

Possono partecipare alla procedura di selezione i seguenti soggetti:

  • qualsiasi persona fisica, purché in possesso dei requisiti di legge per contrattare ordinariamente con la Pubblica Amministrazione; qualsiasi persona giuridica, avente o meno scopo o finalità commerciali, quali le società di persone e di capitali, le imprese individuali, quelle cooperative, le mutue di assicurazioni e j consorzi imprenditoriali; le associazioni senza fini di lucro, costituite con atto notarile, le cui finalità non risultino in contrasto con i fini istituzionali dell’Amministrazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Requisiti dei soggetti partecipanti, sia singoli che associati:

  • l’inesistenza delle condizioni d’incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione di
  • cui all’art. 120 della legge 24 novembre 1999, n. 689, e di ogni altra situazione considerata, dalla legge, pregiudizievole o limitativa della capacità contrattuale; l’inesistenza di motivi di esclusione di cui all’art. 80 del D. Lgs. n. 50/2016 il non essere stati esclusi dal presentare offerte alla Pubblica Amministrazione  l’assunzione a proprio carico di tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge e l’osservanza delle norme vigenti in materia di retribuzione dei lavoratori dipendenti.

Sono esclusi dalla partecipazione alla presente selezione soggetti, ditte, imprese, associazioni o altri organismi che abbiano in atto controversie di natura legale o giudiziaria con la Pubblica Amministrazione o che esercitano attività in situazioni di conflitto di interessi con l’attività della Pubblica Amministrazione, nonché soggetti ed organismi appartenenti ad organizzazioni di natura politica, sindacale e religiosa.

ARTICOLO 4 – CONTROPRESTAZIONE OFFERTA ALLO SPONSOR

A fronte del contributo di sponsorizzazione, il soggetto individuato come sponsor avrà il riconoscimento del proprio nome e logo sulla comunicazione che riguarda il progetto d’illuminazione, effettuata, a titolo esemplificativo e non esaustivo, come da allegato 2, con questa formula: “L’impianto d’illuminazione scenografica, volto a valorizzare la cupola della Cappella della Sacra Sindone, è stato realizzato grazie al sostegno di ‘nome dello sponsor”‘.

Il soggetto individuato come sponsor potrà associare al proprio nome, al proprio logo, ai propri prodotti o alla propria immagine aziendale, a fini pubblicitari, in forme compatibili con il carattere storico-artistico, l’aspetto e il decoro dell’immobile, il nome e l’immagine della Cappella della Sindone di Torino, previo espresso assenso della Direzione dei Musei Reali, per un periodo di 3 (tre) anni, che decorre dalla data di sottoscrizione del contratto di sponsorizzazione.

A tal proposito si precisa che è in ogni caso escluso un utilizzo:

  1. a fini propagandistici di natura politica, sindacale e religiosa
  2. a fini pubblicitari collegati alta produzione o distribuzione di tabacco, prodotti alcolici, materiale a sfondo sessuale
  3. legato a messaggi offensivi, incluse le espressioni di fanatismo, razzismo, odio o minaccia o comunque lesive della dignità umana.
ARTICOLO 5 – IMPEGNI DELLO SPONSOR

Il soggetto selezionato come sponsor assumerà l’obbligo, mediante la sottoscrizione di apposito contratto, di realizzare la progettazione dell’impianto d’illuminazione scenografica interna ed esterna della cupola della Cappella della Sindone e di fornire i corpi illuminanti, con relativa messa in opera, nei tempi riportati nel contratto di sponsorizzazione.

A garanzia dell’esecuzione della prestazione, lo sponsor dovrà produrre, al momento della stipula del contratto, un’apposita fideiussione pari al 10% dell’importo contrattuale.

ARTICOLO 6- MODALITA’ Dl PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

I soggetti interessati dovranno far pervenire le loro proposte mediante invio in plico, idoneamente sigillato e controfirmato o siglato sui lembi di chiusura, ai Musei Reali di Torino, Piazzetta Reale 1, 10122 Torino, entro e non oltre le ore 12 del giorno 22.02.2018.

I plichi possono essere presentate direttamente a mano, oppure a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento del servizio postale, oppure mediante corriere o agenzia di recapito autorizzata.

Non saranno accettate in alcun modo proposte pervenute oltre il termine sopra indicato e/o in modalità differenti da quelle prescritte.

Il plico sigillato dovrà recare all’esterno la denominazione del soggetto offerente, il relativo indirizzo e la dicitura “Non aprire- Risposta ad avviso pubblico per la ricerca di sponsorizzazione per impianto d’illuminazione scenografica Cappella della Sindone”.

Il plico dovrà contenere al suo interno due distinte buste chiuse e sigillate:

  • BUSTAA—recante all’esterno la dicitura “A- Documentazione amministrativa”, contenente a sua volta:
    1. la domanda di partecipazione, che dovrà essere redatta in lingua italiana, su carta semplice, utilizzando lo schema allegato al presente bando (allegato 3)
    2. la fotocopia non autenticata di un documento di riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità
    3. breve descrizione dell’attività svolta dal soggetto concorrente.
  • BUSTA B — recante all’esterno la dicitura “B- Offerta di sponsorizzazione tecnica”.

Tale busta dovrà contenere:

1 Relazione tecnico descrittiva di max 8 cartelle, corredata da un massimo di 3 (tre) render, che illustri il progetto e il relativo sviluppo, per la predisposizione della quale si rimanda alle indicazioni contenute nelle Linee guida per la redazione del progetto di illuminazione scenografica interna ed esterna di cui all’ allegato 1.

  1. Relazione tecnica dl max 5 cartelle sui corpi illuminanti, che ne illustri la tipologia, la qualità e le caratteristiche, eventualmente corredata di schede tecniche.
  2. Capitolato tecnico e prestazionale per la messa in opera e prime indicazioni in materia di sicurezza.

La proposta tecnica dovrà assicurare:

  1. il possesso dei requisiti degli esecutori, nel rispetto dei principi e dei limiti europei in materia. Non trovano applicazione le disposizioni nazionali e regionali in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ad eccezione di quelle sulla qualificazione dei progettisti e degli esecutori
  2. qualità architettonica e tecnico funzionale adeguata al pregio dei beni e del contesto cui appartiene il sito di intervento;
  3. conformità alle norme di tutela dei beni culturali e paesaggistici, nonché rispetto di quanto previsto dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza.

La sponsorizzazione tecnica è soggetta sempre alle norme che fissano i requisiti di qualificazione dei progettisti (requisiti di capacità tecnica e professionale) e degli esecutori (attestazioni SOA). Per tutto quanto attiene alla progettazione, all’esecuzione del contratto, alla direzione dei lavori e collaudo degli stessi la sponsorizzazione tecnica è sottoposta alle prescrizioni impartite dalla stazione appaltante.

Formeranno oggetto di valutazione della proposta: la qualità;

  1. il pregio tecnico;
  2. le caratteristiche estetiche e funzionali;
  3. le caratteristiche ambientali e paesaggistiche;
  4. le modalità di esecuzione degli interventi;

I lavori potranno essere realizzati solo in seguito all’approvazione dell’offerta di sponsorizzazione da parte dei Musei Reali, che avverrà anche, ove necessario, previo ottenimento dei pareri, autorizzazioni e nulla osta previsti dal D.Lgs. 42/2004.

Sia la domanda di partecipazione alla procedura sia l’offerta di sponsorizzazione dovranno essere sottoscritte dal concorrente (in caso di persona fisica) o dal legale rappresentante del concorrente (in caso di persona giuridica).

ARTICOLO 7 – CRITERI Dl VALUTAZIONE DELLE OFFERTE E MODALITA’ Dl AGGIUDICAZIONE

Al termine di scadenza della procedura, si darà avvio all’apertura dei plichi, pervenuti entro i termini sopra indicati, contenenti le offerte di sponsorizzazione, e si esamineranno le medesime.

Si verificherà la correttezza della documentazione contenuta nella busta “A” di ciascun concorrente e si provvederà all’apertura delle buste “B”. La Commissione all’uopo nominata procederà all’esame delle proposte di sponsorizzazione sulla base dei seguenti criteri e attribuendo i punteggi indicati:

A. Offerta tecnica relativa alla progettazione max punti 60
B. Offerta tecnica relativa agli elementi illuminanti max punti 30
C. Ulteriori utilità a beneficio dell’Amministrazione max punti IO

Totale max punti 100

MODALITA’ Dl ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI

Per quanto riguarda i criteri di valutazione della proposta tecnica, si applicherà la seguente formula:

C(a) = En [Wi x V(a)i] nella quale C(a) rappresenta l’indice di valutazione dell’offerta (a), n il numero totale degli elementi di valutazione, Wi il peso dell’i-esimo elemento di valutazione, V(a)i il coefficiente della prestazione dell tofferta (a) rispetto all’i-esimo elemento di valutazione variabile tra zero ed uno; E la sommatoria.

Il coefficiente V(a)i è così determinato:

media aritmetica dei coefficienti, variabili tra O e 1, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari per ciascun criterio o sub criterio di valutazione; i commissari procederanno poi a trasformare la media dei coefficienti in coefficienti definitivi, riportando ad uno la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima calcolate.

ln particolare, ai fini dell’attribuzione discrezionale dei coefficienti compresi tra O e 1 da parte dj ciascun commissario, la soglia di sufficienza è considerata 0,5.

ln caso di presentazione di una sola offerta di sponsorizzazione la Commissione esprimerà un solo parere di congruità/validità.

ARTICOLO 8 – DIRITTO Dl RIFIUTO

I Musei Reali di Torino, a proprio insindacabile giudizio, si riservano di rifiutare qualsiasi proposta pervenuta qualora ritengano che possa derivare un conflitto d’interesse tra l’attività pubblica e quella privata o la reputino inaccettabile per motivi di inopportunità generale.

ARTICOLO 9 – CONTRATTO Dl SPONSORIZZAZIONE

Il rapporto di sponsorizzazione verrà formalizzato e disciplinato da un “Contratto di sponsorizzazione”, stipulato in base atla normativa vigente, sulla scorta dello schema di cui all’allegato 4.

Tale contratto regolerà nel dettaglio i benefit riconosciuti allo sponsor; la durata del contratto di sponsorizzazione; le clausole di tutela rispetto alle eventuali inadempienze; le modalità di esecuzione della prestazione.

Ulteriori elementi non previsti dallo schema di contratto potranno essere definiti, implementati ed integrati tra sponsor e sponsee

ARTICOLO -10 ALTRE INFORMAZIONI

I soggetti interessati potranno inviare eventuali richieste di chiarimenti e di visita dei luoghi, fino a dieci giorni prima della scadenza dell’Awiso, al seguente indirizzo di posta elettronica:

mr-to.ufficiogare@beniculturali.it

Il Responsabile del Procedimento è l’arch. Gennaro Napoli.

La prima seduta pubblica per l’apertura delle istanze pervenute sarà comunicata con successivo avviso sul sito internet della Stazione appaltante www.museireali.beniculturali.it, sezione Amministrazione Trasparente, “Avvisi, bandi di gara e contratti”, e si terrà presso la sede dei Musei Reali, piazzetta Reale, 1, cap. 10122 Torino. I successivi aggiornamenti saranno oggetto di avviso sul medesimo sito internet.

ARTICOLO 11- PUBBLICAZIONE

Il presente Avviso viene pubblicato sul sito istituzionale dei Musei Reali di Torino (www.museireali.beniculturali.it) nell’apposita sezione Amministrazione Trasparente “Avvisi, bandi di gara e contratti” e sul sito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (www.beniculturali.it), nella sezione “Bandi di gara”

Eventuali note integrative agli atti della presente procedura saranno pubblicate esclusivamente sul medesimo sito internet.

ARTICOLO 12 – ALLEGATI

Sono allegati al presente Avviso:

allegato 1: Linee guida per la redazione del progetto di illuminazione interna ed esterna

allegato 2: piano di comunicazione

allegato 3: domanda di partecipazione

allegato 4: schema di contratto di sponsorizzazione