08/03/2017
Tutto il giorno

Ingresso gratuito per tutte le donne e a Palazzo Reale si aprono le stanze della Regina Elena
#8marzoalmuseo diventa l’occasione per riscoprire la figura della Regina Elena, protagonista di questa giornata ai Musei Reali, che aderiscono ai festeggiamenti per la festa della donna riservando a tutte le visitatrici un ingresso gratuito. Saranno aperte in via eccezionale le Stanze della Regina Elena. Originaria del Montenegro e sposa per amore di Vittorio Emanuele III nel 1896, Elena di Savoia è stata una delle sovrane più amate dal popolo per la sua profonda umanità e per il suo impegno in numerose iniziative caritatevoli.
Affreschi dai temi mitologici, stucchi dorati, parati in seta alla cinese, porcellane, cristalli e un prezioso pavimento in marmi policromi: dieci sono le stanze di grande fascino che è possibile riscoprire nel corso della giornata con le visite guidate organizzate in collaborazione con gli Amici di Palazzo Reale, alle ore 10, 11, 12, 15, 16, 17.
L’appartamento, collocato al piano terra di Palazzo Reale, è stato abitato fino alla seconda guerra mondiale, ma la sua origine risale alla fine del Seicento, quando Vittorio Amedeo II lo destina alle sue figlie e, per loro, le sale vengono decorate da Bartolomeo Guidobono e dal pittore viennese Daniel Seiter, autore della splendida volta dedicata al tema dei Quattro Elementi nella Sala di Parata. Di grande fascino e di gusto già “borghese” la sala da bagno, decorata da delicati acquerelli eseguiti da Emma Biscarra, pittrice specializzata in fiori, appartenente a un’importante famiglia di artisti attivi a Torino nel XIX secolo. Molte le personalità importanti che hanno soggiornato in questo appartamento: ai tempi di Napoleone I, vi alloggia il governatore di Torino; nel 1857 l’Imperatrice Alessandra Fedorowna di Russia, vedova di Nicola I, e dal 1890 Maria Letizia Napoleone, Duchessa d’Aosta.