14/03/2020 - 31/05/2020
0:00

Il 14 marzo ricorre il duecentesimo anniversario della nascita del primo re d’Italia, Vittorio Emanuele II, figlio di Carlo Alberto di Savoia Carignano e di Maria Teresa d’Asburgo Lorena, principessa di Toscana. Dai Cerimoniali di corte, ancora oggi conservati nella Biblioteca Reale di Torino, scopriamo che il Principe, nato in Palazzo Carignano nel 1820, fu presto battezzato nella Cappella Regia del Palazzo Reale, dove in seguito vivrà alloggiando al secondo piano, nelle auliche sale prossime al terrazzo, tra piazza Castello e il Giardino di Levante.

Trascriviamo, qui di seguito, alcuni passi del Cerimoniale e, per chi fosse curioso e volesse saperne di più, alleghiamo il documento in formato pdf, alcune immagini e una bibliografia aggiornata che comprende i volumi e i documenti consultabili presso la Biblioteca Reale. Buona lettura!

 

14 Marzo, Sua Altezza Reale la Signora Principessa di Carignano dà alla luce un Principe.

I sintomi, che si scorgevano da qualche giorno nella persona di Sua Altezza Reale la Signora Principessa di Carignano, annunziavano prossimo il termine del periodo della gravidanza. Di fatto alle ore dodici della scorsa notte fu ella assalita da’ dolori del parto, che la travagliarono fino ai tre quarti, punto in cui si sgravò felicemente d’un Principe […] Alle ore sette e mezzo Sua Altezza Serenissima andò ella stessa a darne nuova alle Loro Maestà ed a tutta la reale famiglia […] In questo frattempo il Serenissimo Principe neonato partì dal suo palazzo nell’ordine che segue. Precedevalo in una carrozza di gala uno scudiere. In una seconda (che era quella di gala della signora Principessa di lui madre) alla dritta riposava Sua Altezza Serenissima sulle braccia in grembo ad una camerista ossia femme. La signora Contessa di Saluzzo prima dama della signora Principessa fungente le veci di governante sedea alla sinistra. Tanto la signora Contessa anzidetta che la camerista, la quale sorreggea il Principe erano vestite in bianco con ornati in oro e co’ diamanti. Due paggi occupavano i posti soliti dietro il sedile del cocchiere. Camminavano lateralmente alla carrozza i valletti a piedi. Veniva dietro una terza carrozza in cui eravi il signor Professore Rossi chirurgo ordinario di Sua Altezza Serenissima, che fe’ da raccoglitore nel parto di Sua Altezza Reale. Scesa Sua Altezza Serenissima fu accolta fra le braccia del signor Professore anzidetto, e da esso portata nella Reale Cappella, stata riscaldata, onde il bambino non avesse a soffrire danno dal freddo […] Monsignore arcivescovo amministrò il battesimo al Principe neonato secondo i riti della Chiesa, le Loro Maestà essendo Padrini, ed impose a Sua Altezza Serenissima li nomi di Vittorio Emanuele Maria Alberto Eugenio Ferdinando […] Il Principe neonato ritornò al suo palazzo nel modo e coll’ordine stesso con cui ne era partito. In questa occasione il Re ed il Duca suo fratello vestivano l’abito solito uniforme col velo al braccio, ma avevano gli Ordini sovra l’abito come ne’ giorni di gala. Le dame erano vestite parte ini nero e parte in bianco co’ diamanti. Li scudieri di Sua Altezza Serenissima aveano deposto il velo e vestito l’uniforme di Gala; il loro padrone ritenne il velo, e continuò a vestire il solito abito suo uniforme […] Notizie sul Battesimo di Sua Altezza Serenissima il Signor Principe sovramenzionato statemi comunicate dal signor Abate di Bricherasio, Primo Elemosiniere di Sua Maestà dopo stesa la relazione sovra scritta. […] 

 

Musei Reali, Biblioteca Reale di Torino_ Trascrizione Cerimoniali di corte_Nascita di Vittorio Emanuele II

Vittorio Emanuele_Bibliografia