15/02/2018
17:00 - 18:30

Libri al Museo. Incontri (e confronti) con l’autore

Occasioni di confronto, di dialogo e di condivisione di temi di interesse archeologico (e non solo) in Galleria Sabauda, terzo piano

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Giovedì 15 febbraio 2018, ore 17

Paola Greppi, Cantieri, maestranze e materiali nell’edilizia sacra a Milano dal IV al XII secolo. Analisi di un processo di trasformazione

Con la partecipazione di Carlo Tosco e Andrea Augenti

Contributi di Archeologia Medievale. 12, ed. All’Insegna del Giglio, Firenze 2016 (ristampa 2017), pp. 160

ISBN: 9788878146945, E-ISBN: 9788878146952

La città di Milano è certamente inclusa nel novero delle grandi capitali imperiali e cristiane del mondo antico e questo suo ruolo eminente ha ancora oggi un riflesso concreto nel grado di conservazione di importanti testimonianze monumentali dell’antichità romana e medievale. Tra questi edifici, le grandi basiliche milanesi, in molti casi fondate da Ambrogio, vescovo committente che rivoluzionò l’assetto della città antica costruendo alcuni tra i luoghi di culto più importanti della cristianità delle origini, sono da sempre contesti privilegiati per lo studio dell’edilizia storica a carattere ecclesiastico, di età paleocristiana, altomedievale e soprattutto romanica, il cui ruolo propulsore e innovatore è noto nell’ambito della rivoluzione del “romanico lombardo”. Nonostante la moltitudine di studi pregressi, lo stato dell’arte rivela tuttavia una carenza di indagini condotte nell’ottica dell’analisi archeologica del costruito: un vuoto di conoscenza nel quale si colloca questo volume, nell’intenzione di ricostruire la storia evolutiva delle tecniche costruttive di edilizia sacra e di fornire un inquadramento preliminare e sinottico delle dinamiche e delle realtà dei cantieri storici, nel lungo arco cronologico compreso tra il IV e il XII secolo.

Paola Greppi è docente a contratto di “Archeologia dell’edilizia storica” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano dal 2014 dove è collaboratore del dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell’Arte dal 2006. Il suo ambito preferenziale di ricerca riguarda prevalentemente l’archeologia dell’architettura e in particolare la storia dell’evoluzione delle tecniche costruttive tra tardoantico e romanico. E’ autrice di diverse pubblicazioni tra le quali le più recenti sono dedicate allo studio delle principali architetture ecclesiastiche milanesi oltre che a problemi di metodologia applicata (Architetture di culto a Milano dal IV al XII secolo: approcci metodologici quantitativi e nuove possibilità di ricerca, “Archeologia dell’Architettura”, XXII, 2018).

Carlo Tosco è docente di Storia dell’architettura al Politecnico di Torino e alla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio. È stato direttore scientifico del progetto europeo Culture 2000 Annual International Cooperation: “The Holy Sepulchre Rotundas-European Itinerary”, consulente per la candidatura alla World Heritage List UNESCO dei paesaggi vitivinicoli del Piemonte e attualmente coordina le ricerche storiche per il progetto europeo ALCOTRA Alpi Marittime-Mercantour. É specializzato in Études Médiévales e ha al suo attivo diverse pubblicazioni e saggi sull’architettura del medioevo e sulla storia del paesaggio tra cui Il castello, la casa, la chiesa. Architettura e società nel Medioevo (Einaudi, Torino 2003), Il paesaggio come storia (il Mulino, Bologna 2006) e Il paesaggio storico. Le fonti e i metodi di ricerca (Laterza, Roma-Bari 2009).

Andrea Augenti, è docente di “Archeologia cristiana e medievale” all’Università di Bologna dal 2000 e svolge le sue ricerche nel campo dell’archeologia medievale. Si occupa di molti aspetti della società medievale, tra i quali le aree urbane, i castelli, la cultura materiale. Ha condotto indagini in molti siti d’Italia ed è direttore dello scavo del monastero di San Severo a Classe (Ravenna). É membro della redazione della rivista ‘Archeologia Medievale’, e fa parte dell’International Advisory Board della rivista ‘Medieval Archaeology’; è anche membro del Consiglio Direttivo della Società degli Archeologi Medievisti Italiani e membro della Society for Medieval Archaeology. É autore di numerose pubblicazioni, ultima delle quali il libro Archeologia dell’Italia medievale, Laterza, Roma-Bari 2016.