29/05/2020 - 30/06/2020
Tutto il giorno

Vi siete mai chiesti come veniva realizzato un manufatto nell’antichità? È una domanda che gli archeologi si pongono continuamente! E così, hanno scoperto che già allora esistevano piccole fabbriche dove veniva realizzato il vasellame in serie, utilizzando matrici per realizzare a stampo oggetti piccoli e grandi, ma anche modellando a mano. Osservando con occhi allenati un reperto antico, si può capire il procedimento utilizzato per realizzarlo e provare a riprodurlo in modo sperimentale con la tecnologia di quel tempo.

Per guidarti nella ricostruzione del lavoro di un antico artigiano vissuto circa 2700 anni fa, abbiamo scelto un piccolo cavallo in argilla che fa parte della collezione cipriota che potrete ammirare nella prossima mostra dei Musei Reali: Cipro. Crocevia delle civiltà.

SCHEDA I CAVALLINI DI CIPRO DEI MUSEI REALI

Occorrente:

  • Pasta modellabile (argilla autoindurente, pasta sintetica tipo Das, pasta al sale o plastilina)
  • Piccoli strumenti per modellare (spatoline di plastica, ma va bene anche il bastoncino del gelato)
  • Carta per coprire e proteggere il piano di lavoro
  • Colori per decorare: acquerelli, tempere, pennarelli a punta larga
  • Un bicchiere d’acqua

Pronti? Via alla sperimentazione!

  1. Copri il piano di lavoro con un foglio di carta o di plastica e prepara il materiale: l’argilla (o altro materiale modellabile), una spatolina e un bicchiere d’acqua.

  1. Prepara due rotolini d’argilla, facendo rotolare sul tavolo due blocchetti uguali (lunghi circa 10 cm) fino a raggiungere lo spessore di 3 o 4 cm.

  1. Piega a L il primo rotolino per formare la parte posteriore del cavallo: lascia dritta la metà verticale per ottenere le due zampe unite. Incurva leggermente la metà orizzontale per formare la groppa e allarga un po’ l’estremità.

  1. Prendi il secondo rotolino per formare la parte anteriore del cavallo. Modella la testa piegando e allungando l’estremità superiore. Dividi a metà la parte opposta per creare le gambe, poi divaricale leggermente.

  1. Unisci le due parti, dopo aver inumidito con un dito bagnato il punto di giunzione. Usa una spatolina per schiacciare e lisciare bene la giuntura. Regola la posizione delle zampe posteriori per dare stabilità alla scultura.

  1. Completa i dettagli: modella la criniera appiattendo un rotolino e uniscila alla testa con un po’ d’acqua. Allo stesso modo, posiziona due palline schiacciate ai lati della testa per formare le orecchie.

  1. Dopo aver corretto le eventuali imperfezioni con le dita inumidite o con la spatolina, lascia asciugare il cavallino lontano da fonti di calore o dalla luce diretta del sole, per evitare che si formino delle crepe.

  1. Una volta indurito, il cavallino può essere decorato. Se vuoi ispirarti al gusto cipriota, dipingilo a strisce verticali e orizzontali di colore rosso e nero. Gli occhi e il muso sono disegnati con un tratto nero.

  1. Ecco, ora il tuo cavallino è completo!