ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Anello in ambra con scena di caccia

Ambito romano

Due foglie di acanto contrapposte sono la base per lo sviluppo della scena che gira intorno alla verga e vede protagonisti due cacciatori rappresentati di schiena, nell’atto di arrampicarsi in un ambiente naturale montuoso. Uno dei cacciatori, vestito con abbigliamento pesante (corta tunica con maniche stretta in vita da cintura, brache e calzari legati) e faretra sul dorso, impugna un giavellotto mentre nell’altra mano porta una rete. Il secondo cacciatore è quasi completamente perduto. Sulla sommità della verga un leone a fauci spalancate è raffigurato nell’atto di azzannare un grosso quadrupede (mutilo della testa) dall’irsuto e lungo pelame. La rarità e particolarità della scena non ha precisi confronti iconografici;  la raffinatezza dell’intaglio e dei dettagli fanno di questo anello un unicum, probabilmente prodotto da maestranze di Aquileia nel corso del II secolo d.C. e importato a Libarna, importante città romana sulla via Postumia  (nei pressi di Serravalle Scrivia, Alessandria). Altri oggetti in ambra di alto artigianato si rinvennero nelle adiacenze del teatro, localizzato al limite occidentale  dell’abitato, dove è stata ipotizzata la presenza di una bottega che produceva o smerciava oggetti preziosi.


Anello in ambra con scena di caccia

Datazione
età romana
Provenienza
Da Serravalle Scrivia (Alessandria), scavi di Libarna
Oggetto
Anello
Materia e tecnica
Ambra intagliata
Dove si trova
Museo di Antichità - Archeologia del territorio piemontese
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.