ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Autoritratto

Leonardo da Vinci

Pur trattandosi verosimilmente di uno studio di carattere databile agli anni milanesi di Leonardo (1490 circa), questo disegno è universalmente riconosciuto come autoritratto di Leonardo da Vinci, quasi l’icona simbolica dell’artista rinascimentale, espressione del suo genio e del talento applicato ai campi più diversi del sapere. I caratteri essenziali del volto di Leonardo, in particolare la barba e i lunghi capelli, sono testimoniati anche da fonti iconografiche e da fonti scritte. Il disegno era sconosciuto fino all’inizio dell’Ottocento, quando venne replicato per la prima volta in un volume dedicato al Cenacolo di Milano e identificato come “autoritratto”. Secondo studi recenti si tratterebbe di un lavoro eseguito dal maestro ormai sessantenne, poco prima o poco dopo la sua partenza per la Francia (Castello di Amboise), dove muore nel 1519.

Datazione
1490 o 1515-1516 ?
Provenienza
Acquisto nel 1839 dall'antiquario Giovanni Volpato
Oggetto
Disegno
Materia e tecnica
Sanguigna
Dove si trova
Biblioteca Reale
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.