ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Bacino da mensa

Manifattura piemontese

Il grande recipiente per il servizio da tavola ha una complessa decorazione realizzata a compasso, costituita da un nastro sinuoso che circoscrive cerchi entro i quali si trovano elementi figurativi, prevalentemente vegetali, su un fondo a graticcio; al di sotto, una fascia con un tralcio vegetale sinuoso, con foglie di acanto accartocciate e bacche, demarca il centro del bacino. All’esterno girali vegetali campiscono completamente la superficie. Le stoviglie da tavola in ceramica graffita per uso individuale o collettivo prodotte nel Torinese nel corso del Trecento recano ornamentazioni  tracciate con grande precisione  e con una sorprendente varietà di motivi decorativi di carattere geometrico-vegetale. La forma troncoconica del bacino, originariamente dotato di quattro prese, e il complesso schema decorativo, trovano confronto con alcune delle ceramiche che ornavano il campanile della chiesa di San Francesco in Vercelli, realizzate nell’ultimo trentennio del Trecento sotto la signoria di Gian Galeazzo Visconti, ad opera di artigiani provenienti dall’area lombarda. Il frammento, insieme a un altro non contiguo, è stato ritrovato nel corso dello scavo condotto nel fossato del castello di Torino (Palazzo Madama).

Datazione
XIV secolo, seconda metà
Provenienza
Torino, scavi del fossato di Palazzo Madama
Oggetto
Bacino da mensa
Dove si trova
Museo di Antichità - Manica nuova
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.