ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Bosso – Buxus sempervirens

Il bosso è chiamato in dialetto piemontese martel per la sua durezza e, essendo il legno più duro presente in Europa, viene spesso utilizzato per fabbricare martelli, mazzuoli, stecche per ceramisti, cazzuole degli archeologi, manici di utensili e, in ebanisteria, per fabbricare i più pregiati pezzi per il gioco degli scacchi. E’ stato largamente impiegato negli antichi giardini romani e all’italiana, modellato in varie fogge dall’arte topiaria e usato per comporre siepi sempreverdi di piccole e medie dimensioni, spesso di forma geometrica o a campione. Insieme al carpino, il bosso, a foglia lucida e persistente, compone le principali siepi formali intorno alle aiuole circolari e a quelle di fondo del Giardino Ducale.

Datazione
XXI secolo
Oggetto
Pianta
Dove si trova
Giardino Ducale
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.