Statua di Carlo Alberto - Musei Reali di Torino%
ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Statua di Carlo Alberto

Vincenzo Vela

I visitatori giunti al centro dello Scalone d’Onore si trovano di fronte all’imponente statua marmorea di Carlo Alberto, collocata su un basamento entro una nicchia. L’opera fu commissionata in occasione dei lavori di rifacimento dell’ambiente promossi da Vittorio Emanuele II. Il padre del primo Re d’Italia indossa i suoi abiti più regali e sul mantello si ripetono il nodo sabaudo e il motto “FERT”. Il cartiglio nella mano destra reca la sua firma: si tratta dello Statuto Albertino, la carta costituzionale emanata nel 1848. Il gesto con cui Carlo Alberto si protende verso lo spettatore sembra voler ribadire la peculiarità dello Statuto, concesso ai sudditi “con lealtà di Re e con affetto di Padre”. Sul basamento la data 1865 compare accanto alla firma dell’autore, Vincenzo Vela (1820-1891). Di origine ticinese e formazione milanese, Vela fu coinvolto artisticamente e politicamente nei fatti del Risorgimento. Costretto ad abbandonare la Milano austriaca venne accolto a Torino, dove gli fu assegnata la cattedra di Scultura all’Accademia Albertina. Come i suoi numerosi lavori di destinazione pubblica, anche il Carlo Alberto è caratterizzato da un realismo di stampo verista che prende le distanze dal classicismo accademico, con la volontà di trasmettere in modo diretto quegli ideali civili e politici che contribuirono alla fama dell’artista svizzero.


Carlo Alberto, Re di Sardegna

Datazione
1865
Oggetto
Statua
Materia e tecnica
Marmo di Carrara
Dove si trova
Palazzo Reale - Scalone d'onore
MAGGIORI DETTAGLI

TI POTREBBE INTERESSARE

Claudio Francesco Beaumont Filippo Juvarra Pietro Massa
Gabinetto Cinese
Pietro Massa
Claudio Francesco Beaumont Filippo Juvarra Francesco Ladatte Pietro Piffetti
Gabinetto del Segreto Maneggio degli Affari di Stato
Pietro Piffetti
Francesco Ladatte
Orologio Cartel da parete
Francesco Ladatte
Francesco De Mura
Storia di Enea e Didone
Francesco De Mura
Jacopo Negretti detto Palma il Giovane
Battaglia di San Quintino
Jacopo Negretti detto Palma il Giovane
Giuseppe Pietro Bagetti
MRT_Palazzo Reale_Giuseppe Pietro Bagetti_Veduta della Sacra di San Michele_3545
La Sacra di San Michele
Giuseppe Pietro Bagetti
Amanzio Prelasca Francesco De Mura Pelagio Palagi
Sala degli Staffieri
Pelagio Palagi
Pelagio Palagi
Sacra Famiglia con san Giovannino
Pelagio Palagi
Domenico Ferri Paolo Emilio Morgari Santo Varni Vincenzo Vela
Scalone d’Onore
Vincenzo Vela
Francesco Hayez
La sete patita dai primi crociati sotto Gerusalemme
Francesco Hayez
Giovanna Garzoni
Ritratto di Carlo Emanuele I di Savoia
Giovanna Garzoni
Defendente Ferrari
Madonna col Bambino
Defendente Ferrari

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.