ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Carta nautica

Nuño Garcia de Toreno
Ambito spagnolo

La Carta nautica delle Indie e delle Molucche fu acquisita dalla Biblioteca nel 1846, proveniente dalla libreria Caissotti di Chiusano. Costituita da due fogli di pergamena uniti tra loro la carta riporta una linea di confini non riveduta in base alle conoscenze geografiche dell’epoca. Si scorgono inoltre una serie di oggetti e individui (animali fantastici, regnanti, imbarcazioni, luoghi, tra cui la Torre di Babele) che conferiscono alla carta un alone fantasioso e immaginifico. Si può quindi presupporre che essa non fosse destinata a un uso concreto durante la navigazione, ma che avesse invece un duplice scopo: divulgativo, rendere nota la posizione delle Filippine e delle Molucche (la terra delle spezie), e promozionale, presentare le conquiste del regno di Spagna in quella parte remota del globo terrestre. L’opera è datata e firmata dal suo autore, Nuño Garcia de Toreno, cosmografo a capo della Casa de Contrataciòn, amministrazione coloniale ispanica creata a Siviglia nel 1503 durante la colonizzazione spagnola in America.


Carta nautica delle Indie e delle Molucche

Datazione
1522
Provenienza
Biblioteca del marchese Carlo Francesco Giacinto Caissotti di Chiusano
Oggetto
Portolano
Materia e tecnica
Disegno policromo su pergamena
Dove si trova
Biblioteca Reale
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.