ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Cofanetto nuziale

Pierre Reymond

Il cofanetto è ricoperto di smalti di Limoges con scene di vario genere iconografico: bibliche e profane. La presenza di un volto femminile, vicino alla tipologia del ritratto, sul coperchio, ripetuto tre volte, e la presenza di un nodo Savoia nella scena di festa in barca, nella parte inferiore, lasciano propendere per l’ipotesi che possa trattarsi di un dono nuziale. L’uso di smalti limosini, quindi la provenienza francese dell’oggetto, può far aggiungere che sia il dono di qualche personaggio a Margherita di Valois, in occasione delle nozze con Emanuele Filiberto di Savoia nel 1559. Lo stile figurativo manierista vicino alla Scuola di Fontainebleau, utilizzato negli smalti, permette una serie di confronti puntuali con opere di Pierre Reymond e della sua bottega, datate intorno al 1535-1550. Sui fianchi, una laminetta in rame dipinta a chiaroscuro – imitando l’effetto di un vetro a oro graffito – con Scena di battaglia tra fanti e cavalieri è stata inserita in un momento di poco successivo alla realizzazione del cofanetto, probabilmente a seguito della perdita o frattura della placchetta originale di Limoges.

Datazione
Metà del XVI secolo
Oggetto
Cofanetto
Materia e tecnica
Grisaille
Ottone dorato
Smalti dipinti su rame
Dove si trova
Galleria Sabauda - primo piano
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.