ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Cornici e lamine di rivestimento

Ambito romano

Dal tesoro di Marengo provengono diversi frammenti relativi a cornici o lamine ornamentali di rivestimento, originariamente fissate con chiodi su supporti probabilmente in legno, che dovevano decorare mobili o oggetti di non facile ricostruzione. Tra questi si trova una fascia con ghirlanda di spighe (inv. 5453): questo motivo è tra gli attributi caratteristici in età romana del collegio sacerdotale dei Fratres Arvales, di cui faceva parte lo stesso Lucio Vero, del quale il Tesoro di Marengo conserva il ben noto busto, ma non si può escludere che la ghirlanda, simbolo di abbondanza e prosperità, fosse simbolo della Dea Fortuna, ben rappresentata in altri manufatti del tesoro. Altrettanto interessanti sono i due frammenti con decorazione di foglie di quercia e ghiande (inv. 5450 e 5450bis), pianta solitamente associata nel mondo romano al dio Giove e al potere imperiale.

 

Datazione
II-III secolo d.C.
Oggetto
Cornici ornamentali
Materia e tecnica
Argento fuso e ribattuto, lavorato a sbalzo con dorature
Dove si trova
Museo di Antichità - Archeologia del territorio piemontese
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.