ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Faggio pendulo – Fagus sylvatica pendula

Nel parterre sud del Giardino di Levante è presente uno splendido esemplare di faggio pendulo, varietà ornamentale con i rami pendenti, del più comune faggio selvatico che ancor oggi abita i boschi freschi prealpini e appenninici. La sua caratteristica forma è dovuta rami secondari, arcuati, tendenti verso il basso che pendono sino a terra e spesso radicano portando alla nascita di nuovi fusti secondari. Tale caratteristica impedisce all’albero di raggiungere grandi altezze, ma gli permette di allargarsi colonizzando vaste aree creando al suo interno un microclima fresco e umido da cui trae grande giovamento. E’ spettacolare anche nella stagione invernale quando, cadute le foglie colore oro, diventa leggibile l’architettura complessa creata dall’intreccio dei rami penduli.  Il faggio pendulo fu inserito dopo la trasformazione del giardino realizzata da Palagio Pelagi nel 1837, quando tale varietà era assai rara perchè da poco introdotta in Italia. L’albero presente nei Giardini Reali è considerato uno dei più vecchi e spettacolari esemplari presenti in Piemonte.

 

Datazione
XIX secolo, seconda metà
Oggetto
Albero
Dove si trova
Giardino di Levante, parterre sud
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.