ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba, detto albero di capelvenere, ha origini antichissime: è presente sulla terra da oltre 250 milioni di anni e per questo è considerato un fossile vivente. La sua capacità di adattamento è tale che alcuni esemplari di tale albero sono sopravvissuti alle radiazioni della bomba atomica di Hiroshima durante la seconda Guerra Mondiale. Il termine biloba fa rimento alla forma della sua particolare foglia a ventaglio bilobata, cioè divisa in due lobi. Il portamento di questo albero è particolare perchè i rami laterali si inseriscono su quello principale quasi perpendicolarmente, formando un insieme che ricorda l’albero di un veliero. Gli organi maschili e femminili sono presenti su differenti individui e per questo in botanica è definita specie dioica. Gli estratti di Ginkgo vengono utilizzati nella moderna erboristeria quali integratori alimentari.

 

Datazione
XX secolo, inizio
Oggetto
Albero
Dove si trova
Giardino del Bastion Verde
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.