ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Il Trionfo della Pace

Jan Miel

Il grande ovale che decora il soffitto della Sala del Trono del re si deve alla committenza del duca Carlo Emanuele II, il quale nel 1658 dispone l’avvio delle decorazioni del piano nobile e chiama come pittore di corte il fiammingo Jan Miel, formatosi a Roma con Andrea Sacchi.
Il soggetto della tela, tratto dal programma iconografico dettato dall’umanista Emanuele Tesauro, è un’articolata allegoria: al centro, la figura femminile in bianco rappresenta la Pace, che in una mano tiene un ramo d’ulivo e con l’altra indica il Furor guerriero, legato con grosse catene; a sinistra si trovano la Verità e l’Abbondanza, e sotto di loro Mercurio, messaggero di pace in terra; in basso, un uomo giace addormentato: è Ercole, con il drago Ladone vinto e le mele d’oro colte nel giardino delle Esperidi.
Il messaggio di pace è reso più incisivo dal motto latino nel cartiglio, “Meglio una pace che molti trionfi”, che indica gli orientamenti della politica di Carlo Emanuele II e ne celebra, nella sala fulcro politico del Palazzo, le qualità di buon governante.

Datazione
1660
Oggetto
Dipinto
Materia e tecnica
Olio su tela
Dove si trova
Palazzo Reale - primo piano - Appartamento di Rappresentanza, Sala del Trono
MAGGIORI DETTAGLI

TI POTREBBE INTERESSARE

Claudio Francesco Beaumont Filippo Juvarra Pietro Massa
Gabinetto Cinese
Pietro Massa
Claudio Francesco Beaumont Filippo Juvarra Francesco Ladatte Pietro Piffetti
Gabinetto del Segreto Maneggio degli Affari di Stato
Pietro Piffetti
Francesco Ladatte
Orologio Cartel da parete
Francesco Ladatte
Francesco De Mura
Storia di Enea e Didone
Francesco De Mura
Vincenzo Vela
Statua di Carlo Alberto
Vincenzo Vela
Jacopo Negretti detto Palma il Giovane
Battaglia di San Quintino
Jacopo Negretti detto Palma il Giovane
Giuseppe Pietro Bagetti
MRT_Palazzo Reale_Giuseppe Pietro Bagetti_Veduta della Sacra di San Michele_3545
La Sacra di San Michele
Giuseppe Pietro Bagetti
Amanzio Prelasca Francesco De Mura Pelagio Palagi
Sala degli Staffieri
Pelagio Palagi
Pelagio Palagi
Sacra Famiglia con san Giovannino
Pelagio Palagi
Domenico Ferri Paolo Emilio Morgari Santo Varni Vincenzo Vela
Scalone d’Onore
Vincenzo Vela
Francesco Hayez
La sete patita dai primi crociati sotto Gerusalemme
Francesco Hayez
Giovanna Garzoni
Ritratto di Carlo Emanuele I di Savoia
Giovanna Garzoni

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.