ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Parti di un corsaletto all’antica

Giovan Paolo Negroli

Il corsaletto è l’insieme delle pezze che proteggono il guerriero dalla testa ai fianchi. Questo complesso faceva parte di una spettacolare armatura all’antica, opera dell’atelier di Giovan Paolo Negroli, famosa bottega milanese al servizio delle élites militari e politiche di tutta Europa.
La decorazione a cesello non si limita a rivestire gli elementi dell’armatura, ma sembra quasi sostituirli. Il morioncino (protezione aperta del capo) ha la forma di un fauno dalle corna ritorte, sovrastato da un delfino sulla cresta. La goletta (protezione della gola) presenta al centro un mascherone femminile da cui scaturiscono delle volute vegetali. Gli spallacci sono dei musacchini, cioè delle protezioni delle spalle lavorate a sbalzo in modo da rappresentare un muso di un animale, in questo caso un leone. Le cubitiere (piastre protettive dei gomiti) sono a forma di maschera di fauno.
Il complesso faceva parte della collezione della famiglia bresciana dei Martinengo della Fabbrica, una raccolta di una quindicina di armature molto pregiate, acquistata da Carlo Alberto nel 1839.

Datazione
1540-1545
Oggetto
Corsaletto
Materia e tecnica
Acciaio cesellato e inciso
Dove si trova
Armeria Reale - Galleria Beaumont
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.