ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Il principe Tommaso di Savoia Carignano

Anton van Dyck

Tommaso Francesco, fratello di Vittorio Amedeo I di Savoia e capostipite del ramo dei Savoia Carignano, fu nominato governatore dei Paesi Bassi spagnoli tra il 1633 e il 1634. In quel periodo entrò in contatto con Anton Van Dyck, specialista nella ritrattistica di corte, che eseguì per lui questo dipinto, secondo un modello definito a partire da grandi esempi come ritratto di Carlo V di Tiziano e di quelli del duca di Lerma e di Giovanni Carlo Doria di Rubens, e uno a mezzo busto (oggi alla Gemaldegalerie di Berlino). Qui il principe è rappresentato nello sfarzo, secondo la grande tradizione ritrattistica equestre: sembra apparire all’aprirsi di un prezioso tendaggio verde, mentre stringe le briglia di un bel cavallo di razza andalusa. Indossa un’armatura di pregiata fattura spagnola, simbolo del legame con la corona di Spagna e rivolge lo sguardo fiero verso lo spettatore, ostentando il proprio potere. La raffinatezza dei dettagli conferisce all’immagine l’impressione di ricchezza e di potenza, ma tradisce anche l’eccessiva ambizione del principe, senza attribuirgli l’aspetto eroico e carismatico che spettava al suo rango.

Datazione
1634
Oggetto
Dipinto
Materia e tecnica
Olio su tela
Dove si trova
Galleria Sabauda - primo piano
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.