ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Stigmate di San Francesco

Jan van Eyck

Il 14 settembre del 1224, dopo quaranta giorni di digiuno, Francesco d’Assisi riceve sul monte Verna le stigmate da Cristo, che gli appare in forma di serafino crocifisso. Il suo compagno, frate Leone, è addormentato. Di questa tavola esiste una replica autografa conservata al museo di Philadelphia. È probabile che i due dipinti corrispondano a quelli che un mercante di Bruges di origine genovese, Anselm Adornes, lasciò in eredità alle due figlie, entrambe monache, nel 1470. Di straordinario fascino è l’invenzione del paesaggio, un microcosmo popolato di piccole figure eseguite in punta di pennello, con pellegrini a piedi e a cavallo, in cammino verso una città fortificata in riva a un lago, da interpretare come versione fantasiosa di Gerusalemme, sulla quale si apre un cielo azzurro, chiazzato di nuvole e solcato da uccelli in volo.

Datazione
1435 circa
Oggetto
Dipinto
Materia e tecnica
Olio su tavola
Dove si trova
Galleria Sabauda - primo piano
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.