ESPLORA LE COLLEZIONI PER:

Trattato di architettura civile e militare

Francesco di Giorgio Martini

Un acquisto del Ministero della Pubblica Istruzione arricchiva nel 1952 il patrimonio bibliografico della Biblioteca Reale con il Fondo Saluzzo, appartenuto alla casa ducale Savoia-Genova, lasciato da Cesare Saluzzo a Ferdinando duca di Genova, figlio cadetto del re Carlo Alberto, di cui era stato precettore. Tra codici e opere a stampa di rilevante pregio (17.000 opere a stampa e 876 manoscritti) emerge l’opera più prestigiosa dell’intera raccolta, il manoscritto Saluzzo 148, per la ricchezza dell’impianto iconografico e per l’uso dei canoni della prospettiva rinascimentale.
L’opera è riferita a Francesco di Giorgio Martini (1439 circa-1502), artista eclettico nei vari campi dell’arte, ma che amò concentrare i suoi interessi in modo particolare sull’architettura: si tratta di un vero trattato di architettura civile e militare, illustrato da disegni acquerellati che ritraggono congegni meccanici in movimento, macchine per mulini e per trazioni, strumenti muniti di ingranaggi a vite.
Il manoscritto è databile intorno al 1486, periodo in cui Francesco di Giorgio lavorò a Urbino presso la corte di Guido da Montefeltro per la costruzione di residenze e fortificazioni per il duca. Grazie alla precisione minuziosa delle illustrazioni rese con estrema chiarezza di particolari, il trattato divenne fonte di ispirazione per molti autori contemporanei, tra cui lo stesso Leonardo da Vinci, che conobbe Francesco di Giorgio più anziano, presso la corte di Ludovico Sforza.
La legatura del codice è in pergamena con fregio d’oro sul dorso; le iniziali dei capitoli sono colorate in oro, azzurro e verde; la miniatura della carta di inizio contiene il ritratto dell’autore; ogni pagina è illustrata con disegni marginali, mentre dalla carta 71 il codice contiene solo disegni a piena pagina.

Datazione
1486
Provenienza
Biblioteca Cesare Saluzzo
Oggetto
Manoscritto membranaceo
Materia e tecnica
Manoscritto membranaceo con miniature e disegni acquerellati
Dove si trova
Biblioteca Reale
MAGGIORI DETTAGLI

ORGANIZZA LA TUA VISITA

I Musei Reali di Torino sono uno dei complessi museali più estesi e più variegati d'Europa e sono pari, per le loro dimensioni e per il valore delle collezioni, alle maggiori residenza reali europee. Sono situati nel cuore della città antica e propongono un itinerario di storia, arte e natura che si snoda attraverso oltre 3 km di passeggiata museale su 30.000 mq di spazi espositivi e di deposito, 7 ettari di giardini, con testimonianze che datano dalla Preistoria all'età moderna.